>’Survival of the cutest’ dimostra il diritto di Darwin

>

Cani domestici hanno seguito il proprio percorso evolutivo, torcendo la sopravvivenza della direttiva Darwin ‘del più forte’ per le proprie esigenze – e hanno dato ragione al processo, secondo un nuovo studio di biologi Chris Klingenberg, dell ‘Università di Manchester e Abby Drake , del Collegio di Santa Croce negli Stati Uniti.

Lo studio, pubblicato nel The American Naturalist oggi (20 gennaio 2010), contro il cranio forme di cani domestici con quelli di specie diverse in tutta l’ordine Carnivora, a cui appartengono i cani con i gatti, orsi, donnole, civette e anche foche e trichechi .

Ha constatato che il cranio forme di cani domestici varia tanto quanto quelli di tutto l’ordine. E ‘inoltre emerso che gli estremi della diversità sono stati separati da una distanza di cani domestici che nel resto d’ordine. Ciò significa, ad esempio, che un collie ha una forma del cranio, che è più diverso da quello di un Pechinese rispetto alla forma del cranio del gatto è da quello di un tricheco.

Dr Drake spiega: ‘Siamo abituati a pensare l’evoluzione come un processo lento e graduale, ma la quantità incredibile di diversità nei cani domestici ha avuto origine attraverso l’allevamento selettivo solo negli ultimi cento anni, e in particolare dopo il moderno razze di cane di razza sono stati stabiliti in ultimi 150 anni ‘.

Al contrario, l’ordine Carnivora risale almeno 60 milioni di anni. La diversità enorme a forma di teschi dei cani ‘dimostra con forza che la selezione ha un ruolo importante da svolgere per l’evoluzione e il livello di diversità che separa le specie e anche le famiglie possono essere generati all’interno di una singola specie, in questo caso nei cani.

Gran parte della diversità dei teschi cane domestico è al di fuori del range di variazione nel Carnivora, e rappresenta quindi le forme del cranio, che sono del tutto nuovi.

Dr Klingenberg aggiunge: ‘cani domestici sono coraggiosamente andare dove nessuna auto rispetto carnivoro mai è accaduto prima.

‘Cani domestici non vivono allo stato selvatico in modo da non dover correre dietro le cose e li uccidono – il cibo esce da una scatola e la cosa più dura che avrò mai da masticare è pantofole del loro proprietario. In modo che possano farla franca con un sacco di variazione che potrebbe influire sulle funzioni come la respirazione e la masticazione e quindi portare alla loro estinzione.

‘La selezione naturale è stato rilassato e sostituito con la selezione artificiale per le varie figure che gli allevatori favore.’

Cani domestici sono una specie di modello per lo studio a lungo termine la selezione naturale. Darwin studiate, così come i piccioni e le altre specie domestiche.

Drake e Klingenberg confrontato la quantità incredibile di diversità nei cani per tutto l’Ordine Carnivora. Hanno misurato le posizioni di 50 punti riconoscibili sui crani dei cani e dei loro ‘cugini’ dal resto dell’ordine Carnivora, e la forma variazione analizzati con metodi di nuova concezione.

La squadra divisa delle razze del cane in categorie in base alla funzione, come la caccia, la pastorizia, la guardia e cani da compagnia. Hanno trovato il compagno (o da compagnia) i cani sono stati più variabile che tutte le altre categorie messe insieme.

Secondo Drake, ‘I cani sono allevati non per il loro aspetto per fare un lavoro per cui vi è più spazio per le variazioni bizzarre, che sono quindi in grado di sopravvivere e riprodursi.’

Dr Klingenberg conclude: ‘Credo che questo esempio di forma della testa è caratteristico di molti altri, e sta mostrando così chiaramente, che mostra cosa succede quando si costantemente e nel tempo si applicano selezione.

‘Questo studio illustra la potenza di selezione darwiniana, con variazioni molto prodotte in un periodo così breve di tempo. La prova è molto forte. ‘

Fonte: University of Manchester

Annunci