>Immagine della Nebulosa Omega (Messier 17)

>
Immagine della Nebulosa Omega (Messier 17), sulla base di immagini ottenute con la Emmi strumento sul ESO 3,58-metro New Technology Telescope presso l’Osservatorio La Silla. Il Nord è verso il basso e Oriente si trova a destra nell’immagine. Essa si estende su un angolo pari a circa un terzo del diametro della Luna Piena, corrispondenti a circa 15 anni-luce a distanza di Omega Nebula. (c), l’ESO
egli Omega Nebula, a volte chiamato Swan Nebula, è un abbagliante stellare vivaio situato a circa 5500 anni luce di distanza verso la costellazione del Sagittario (il Archer). Una stella di formazione attiva regione di gas e polveri, di circa 15 anni-luce in tutta la nebulosa ha recentemente generato un cluster di massa, le stelle calde. La luce intensa e forti venti di questi bambini hanno scolpito hulking notevole filigrana strutture nei settori del gas e polveri.

Quando visto attraverso un piccolo telescopio la nebulosa ha una forma che ricorda alcuni osservatori della finale lettera dell’alfabeto greco, omega, mentre per altri un cigno con il suo distintivo lungo, curvo collo. Ma altri soprannomi per questa suggestiva cosmica comprendere il punto di riferimento a ferro di cavallo e la Nebulosa Aragosta.

Astronomo svizzero Jean-Philippe Loys de Cheseaux scoperto la nebulosa intorno al 1745. Il cacciatore di comete francese Charles Messier indipendentemente riscoperto che circa venti anni più tardi, incluso il numero 17 nel suo famoso catalogo. In un piccolo telescopio, l’Omega Nebula appare come un enigmatico bar spettrale della luce contro i campi stelle della Via Lattea. Early osservatori erano sicuri se questa curiosità è stata veramente una nube di gas o di un telecomando a grappolo di stelle troppo deboli per essere risolti. Nel 1866, William Huggins risolta quando la discussione ha confermato l’Omega Nebula da una nube di gas incandescente, attraverso l’uso di un nuovo strumento, il spettrografo astronomico.

Negli ultimi anni, gli astronomi hanno scoperto che l’Omega Nebula è uno dei più giovani e più massicce stelle che formano le regioni nella Via Lattea. Active-star nascita cominciato a pochi milioni di anni fa e continua a oggi. Il brillante brillantemente gas indicato in questa foto è solo un blister in eruzione da parte di un molto più grande nube scura molecolare del gas. La polvere è così evidente che in questa foto proviene da resti di stelle massicce caldo che hanno terminato la loro breve vita e la proiezione di materiale indietro nello spazio, così come il detrito cosmico dal quale futuro soli forma.

La nuova immagine rilasciato, ottenuti con il Emmi strumento collegato al ESO 3,58-metro New Technology Telescope (NTT) di La Silla, in Cile, dimostra la regione centrale della Nebulosa Omega in dettaglio squisito. Nel 2000, un altro strumento sul NTT, chiamato SOFI, catturato un altro sorprendente immagine della nebulosa nel vicino infrarosso, che gli astronomi penetrante vista attraverso l’oscuramento di polvere, e che illustra con chiarezza molti precedentemente nascosta stelle. La NASA / ESA Hubble Space Telescope ha fotografò anche piccole parti di questa nebulosa, in fine dettaglio.

A sinistra l’immagine di un enorme e stranamente scatola a forma di nuvola di polvere copre il gas incandescente. L’affascinante tavolozza di sottili sfumature di colore in tutta l’immagine proviene dalla presenza di vari gas (principalmente idrogeno, ma anche l’ossigeno, l’azoto e di zolfo) che si illuminano sotto la forte luce ultravioletta irradiata dal caldo giovani stelle.
Fonte: ESO

Annunci