>Nuovo ‘orologio molecolare’ aiuti risalente storia di migrazione umana

>Ricercatore presso l’Università di Leeds hanno elaborato un metodo più accurato di datazione antica migrazione umana – anche se non esistono elementi di prova corroborino archeologici.

Stima della cronologia migrazioni di popolazione in tutta l’umanità della storia è sempre stato problematico. Il più largamente usato genetica metodo funziona indietro per trovare l’ultimo antenato comune di una particolare serie di linee che utilizzano campioni di DNA mitocondriale (mtDNA), ma questo metodo è stato recentemente dimostrato di essere inaffidabile, gettando 20 anni di ricerca in dubbio.

Il nuovo metodo di calcolo rifinisce il mtDNA, tenendo conto del processo di selezione naturale – che è stato realizzato ricercatori skewing i risultati – ed è stato testato con successo nei confronti di noti colonizzazione date confermate da testimonianze archeologiche, come in Polinesia nel Pacifico (circa 3.000 anni fa), e le Isole Canarie (circa 2.500 anni fa).

Dice dottorando Pedro Soares, che ha elaborato il nuovo metodo: ‘La selezione naturale molto graduale soppressione delle mutazioni del gene nocivi nel mtDNA produce un effetto tempo-dipendente molte mutazioni su come si vede nella famiglia albero. Che cosa abbiamo fatto è elaborare una formula che corregge questo effetto in modo che ora abbiamo un modo affidabile di datazione linee genetiche.

‘Ciò significa che siamo in grado di mettere un calendario in qualsiasi parte del particolare albero, a destra di nuovo per l’umanità l’ultimo antenato comune materna, noto come’ Eva mitocondriale, ‘che ha vissuto circa 200.000 anni fa. In realtà siamo in grado di qualsiasi data di migrazione per i quali abbiamo a disposizione dati, ‘egli dice.

Inoltre, con un lavoro pubblicato database di oltre 2000 campioni completamente sequenziato mtDNA, Soares’ di calcolo, per la prima volta, utilizza i dati relativi a tutto il mtDNA molecola. Ciò significa che i risultati non sono solo più accurato, ma anche più precisa, dando più ristretta di date.

Il nuovo metodo ha già dato alcuni risultati sorprendenti. Archaeogeneticist dice il professor Martin Richards, che ha supervisionato Soares: ‘Siamo in grado di risolvere il dibattito per quanto riguarda il genere umano attraverso l’espansione delle Americhe. I ricercatori sono state date da stimare mtDNA che sono troppo vecchio per le testimonianze archeologiche, ma i nostri calcoli di confermare la data da circa 15.000 anni fa, circa il momento della prima inequivocabili resti archeologici.

‘Inoltre, si può affermare con una certa fiducia nel fatto che la stima del dell’umanità’ fuori d’Africa ‘di migrazione è stato di circa 60-70,000 anni fa – 10-20,000 alcuni anni prima di quanto pensato in precedenza.’

Il team ha elaborato una semplice calcolatrice in cui i ricercatori possono alimentare i propri dati e questo è stato reso disponibile gratuitamente sul sito Università di Leeds.

Fonte: University of Leeds

Annunci