>Foxp2 – il linguaggio del momento : alcune opinioni e quantoscritto dal New York Times

>Inviato da Mike E il 31 maggio 2009

Il foxp2_mouse_squeak_brain_gene è la breve storia di uno degli unici geni che definiscono esseri umani, il discorso gene noto come FoxP2 è stato innestato in un mouse del DNA, e la newborne critter avviato la realizzazione di nuovi suoni e unsual per topi.

Questo rappresenta un importante sviluppo di Wolfgang Enard e dei suoi colleghi. Nicholas Wade scrive il New York Times:

In una regione del cervello chiamata gangli basali, noto nelle persone di essere coinvolti in un linguaggio, il topo umanizzato cresciuto cellule nervose che aveva una struttura più complessa e meno prodotta la dopamina, una sostanza chimica che trasmette i segnali da un neurone all’altro. Baby topi totale fischietti ultrasuoni ritirati dalle loro madri. Il topo umanizzato bambino, quando isolate, fischietti fatto che aveva un passo leggermente inferiore, tra le altre differenze, dice il Dr. Enard. Scoprire che umanizzato topi fischio diverso può sembrare una lunga strada da capire come linguaggio evoluto. Dr. Enard sostiene che la messa significativo geni umani in topi è l’unica soluzione fattibile per esplorare le differenze sostanziali tra le persone e scimpanzé, i nostri parenti più stretti di vita.

Naturalmente, questo gene impianto non consentono di parlare con il mouse. Effettivo intervento richiede una cascata di cambiamenti genetici negli esseri umani, anche loro da una stretta Chimp cugini (tra cui le dimensioni del cervello, gola strutture fisiche, e più).

Si conferma il ruolo di FoxP2 nella creazione di suoni, e rafforzerà la nostra capacità di capire ciò che non gene nell’uomo, e che ci aiuterà a comprendere più profondamente il modo in cui è diventato l’evoluzione umana nel nostro precedente Chimp-come antenati.

* * * * **
Il seguente articolo è apparso sul blog scientifico.
Parlare Mouse? No, ma la loro FOXP2 ‘Discorso’ del gene può dirci sul nostro passato evolutivo

In Notizie Personale | 28 maggio 2009

Dopo sulla scia di ‘collegamenti mancanti’ nella media popolari questo mese, si potrebbe aspettare che la ricerca sui topi che trasportano una “versione umanizzata” di un gene creduto alla parola e di lingua influenza avrà riferimenti a cartoni animati e dei topi che parlare.

In realtà, nulla è così scandaloso, ma la ricerca può ancora insegnarci sul nostro passato evolutivo – anche se i topi non parlano.

Wolfgang Enard del Max-Planck-Institute for Evolutionary Anthropology e colleghi sono interessati alle differenze genomiche impostare l’uomo, oltre che dai loro parenti primati. Una differenza importante tra l’uomo e scimpanzé hanno studiato due sostituzioni aminoacidiche nella FOXP2. Tali cambiamenti divenne fisso dopo la stirpe umana divisa da scimpanzé e precedenti studi hanno dato prova del fatto che il gene ha subito positivo selezione. Tale cambiamento evolutivo è pensato in modo da riflettere la selezione per alcuni importanti aspetti di parola e di lingua.

“Modifiche in FOXP2 avvenuti nel corso dell’evoluzione umana e sono i migliori candidati per le mutazioni genetiche che potrebbero spiegare il motivo per cui si può parlare”, ha detto Enard. “La sfida è quella di studio è funzionale”.

Per ovvie ragioni, la genetica gli studi necessari per ordinare che, non può essere portata a termine negli esseri umani o di scimpanzé, egli ha detto. Nel nuovo studio, i ricercatori hanno introdotto tali sostituzioni nel gene FOXP2 di topi. Essi prendono atto che il mouse versione del gene è sostanzialmente identica a quella di scimpanzé, il che rende un modello per la versione umana ancestrale.

Mouse con l’umana FOXP2 mostrare i cambiamenti nel cervello circuiti che sono stati precedentemente collegato al discorso umano, la nuova ricerca mostra. Intriguingly bastasse, il topo geneticamente modificato anche i cuccioli di foca sono differenze qualitative tra vocalizations ultrasuoni che utilizzano quando collocato al di fuori delle comodità del loro madri ‘nidi. Ma, Enard dice, non si sa abbastanza sulla comunicazione del mouse per leggere troppo ancora esattamente in che cosa potrebbe significare tali cambiamenti.

Sebbene FoxP2 è attivo in molti altri tessuti del corpo, la versione modificata non sembrano avere altri effetti sui topi, che sembrava essere generalmente sani.

Tali differenze di offrire in una finestra l’evoluzione della capacità di parola e di lingua nel cervello umano. Hanno detto che sarà ora importante per esplorare ulteriormente la base meccanicistica del gene gli effetti e la loro possibile relazione alle caratteristiche che differiscono tra uomo e scimmie.

Hanno scritto:

“Attualmente, si può solo speculare sul ruolo questi effetti possono avere svolto durante l’evoluzione umana. Tuttavia, poiché i pazienti che portano uno nonfunctional FOXP2 allele menomazioni in mostra i tempi e la sequenza di movimenti orofacciale, una possibilità è che l’aminoacido sostituzioni in FOXP2 contribuito a un aumento di fine-tuning del motore di controllo necessarie per l’articolazione, cioè, l’unico umano capacità di apprendere e di coordinare i movimenti del muscolo nei polmoni, laringe, della lingua e le labbra che sono necessarie per il discorso. Siamo fiduciosi che concordate studi di topi, gli esseri umani e altri primati infine chiarire se questo è il caso. “

Annunci